Macchi C.202 Folgore 81ª Squadriglia, 6° Gruppo, 1° Stormo CT in Libia (1942)

Per comprendere, forse solo in parte, le ragioni che indussero decine di migliaia di soldati italiani a combattere così strenuamente, citiamo un pilota di caccia, Sergio Flaccomio. Così scrive nel suo libro: “I falchi del deserto”:

Pensare che voliamo e combattiamo sempre in pochi, armati peggio, meno veloci e con un apparecchio del tipo più vecchio è ormai diventata un’amara e inutile ribellione: voliamo, combattiamo e crepiamo perché dobbiamo farlo, perché portiamo una divisa, perché abbiamo prestato un giuramento e perché siamo, tutti, uomini con la U maiuscola e fra i sentimenti degli uomini con la U maiuscola esiste l’onore, il dovere e la dignità che divengono più validi nei momenti impegnativi.”

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Potrebbe interessanti anche…